Il Punto della 33^ Giornata

Giovani d’oggi eccoci qui di ritorno all’amato fantacalcio dei “noattri”. Via Milano 2009-2010, emozioni e partite da vivere, quelle ke ogni domenica riempiono il blog.
Se ne è andato il turno 33, ke ha lasciato inalterate le possibilità di tutti, in quanto ad obiettivi, ma come ogni domenica, ha lasciato vinti e vincitori, delusi e soddisfatti. Andiamo dunque a vedere, ki ne ha donde di ritenersi tale, commentando sinteticamente e brevemente, le quattro gare della giornata:
 
SERIE A TEAM  64-69 SCARFACE    1-1   X
 
De Mite e Di Chiano. Due cognomi, formati da “articolo indeterminativo”. Due società inizialmente gemellate. Caffè al bar di Torino, gite aggregate nella città dell’amata Juve. Bei rapporti. Poi qualche polemiche, qualche battuta di troppo. Il nemico comune Lombardi, diventato paciere in alcuni casi. Eccoli di fronte uno contro l’altro. I teatini per chiudere il campionato. I ragazzi di Cologno Monzese, per il quarto posto. Tutta Chieti accorre al Trinità, per veder trionfare i suoi gioielli. Buona la fetta di pubblico milanese, galvanizzata dopo la vittoria contro La Montagnella, e il -2 dalla salvezza. Se De Mite arriva ridendo, Di Chiano, non attraversa un gran periodo. Il primo della classe, è in calo di forma. Ma corazzata Bulldogs e Schiavone f.c., sembrano non volerne sapere di dar fastidio ai tritasassi d’abruzzo. Nelle ultime tre gare solo due pareggi. Poco per una capolista. Ed anche oggi la giornata appare nera. Come per incanto, si invertono i ruoli. De Mite non ne sbaglia più una in quanto a formazione (avrà finalmente usato il tabacco, doipo essersi fumato l’impossibile per gran parte della stagione). Di Chiano, consegnando la formazione ai giornalisti, viene insultato, quando a leggere il trio d’attacco, manca Di Natale, autore semplicemente di 23 gol. E il risultato finale, darà ovviamente ragione, a ki ha usato parole poco benevoli per il mister di Chieti Scalo. Oltre a J.Cesar 3, ke prende due gol, e sul secondo, ricorda le uscite a vuoto di qualche suo predecessore, la squadra rispecchia lo stato morale. Stanchi e appagati, dopo una stagione brillante, i vari Biabiany Pazienza e Dinho (preferito al posto di totò), tre 5 in pagella. A centrocampo si salva il solo Cossu, fantasista quanto mai azzeccato, con un 6,5. E così, vedendo ke anche Yepes e Cannavaro p., autori di una stagione fantastica, deludono le attese, con 5 e 4,5, Di Chiano avvede la giornata incolore, per non dire Nera. Dall’altra parte, il primo tempo, è grigio. Frey ne prende due, ma almeno non esce a vuoto. Il resto è normale amministrazione. E così, alla prima disattenzione, i teatini, nonostante non brillino vanno a segno. 10 a Vucinic, per quel gol, è troppo forse. Tiro non certo irresistibile, ke scivola vai dalle braccia del portiere. Totti, l’altro del trio, colleziona ottimi assist, e rimedia un 8. Vantaggio teorico e squadre nello spogliatoio. Nella ripresa è altra musica a suonare. Sant’Ambrogio, sorride ai milanesi, ke con Tiribocchi prima e Rosi poi, entrambi 9,5, ribaltano il risultato, lasciando di stucco il Trinità. Gila e Pazzini 6,non girano ma poco importa. Oggi, a risolvere i giochi ci pensa l’attaccante meno costoso, ke sfiora addirittura la doppietta. Palombo fa la tigre in mezzo al campo, Per il resto, anche qui è notte fonda. Bocciata tutta la difesa con 5,5, ma anche questo non fa effetto. I Teatini si annullano nell’oblio, e sono incapaci di reagire. Ronaldinho, giocoliere per mestiere è più fumo ke arrosto, mentre Di Natale, concretezza da vendere, segna come al solito, indispettendo il suo c.t. 10,5 fantapunti, buttati via. Sconfitta dunque in casa la capolista, ke continua il suo momento no. Indolore, comunque,visto ke dietro continuano a stentare. Sempre cospicuo il vantaggio su Schiavone, ma questo calo, fa riflettere anche i più ottimisti. Vola De Mite, a cui va dato atto di averci sempre creduto. 40 punti in classifica, due vittorie grandiose, Lombardi raggiunto, e Esposito scavalcato. La Brianza c’è ed in questo finale, da quarto incomodo, si ritrova, ad essere avversaria ostica e poco abbordabile.
IL MIGLIORE: TIRIBOCCHI
IL PEGGIORE: P. CANNAVARO
VIA GENOVA  73,5-62,5 CALIMERO BOYS     2-0   1
 
Partita illusoria, a tratti esaltante. Si, ma solo per i padroni di casa. Questa la sintesi del match tra Augelli e Esposito. Amici per la palle, affetto da vendere, ma lo scherzetto dei fanalini di coda, di certo non può essere preso con ironia dal vate dei Boys. La squadra più in forma del torneo, si dilegua, prendendosi un giorno di ferie. Dopo gare esaltanti e successi spettacolari, la banda Espositiana, vede come miglior voto, un 6,5 di Cassani ( e ho detto tutto ). Il resto è una nave ke pian piano, affonda in 90 minuti. Dall’altra parte, l’obiettivo, meno scrupoloso, di onorare il campionato. Gli augelliani, lo stanno facendo benissimo, e nel girone di ritorno, hanno guadagnato fior fiori di punti, apprezzamenti e si sono tolti sassolini dalla scarpa, ke parevano macigni. E’ il trittico d’attacco, privo del lungodegente Pato, a far la differenza. Lavezzi, 7 con assist, comincia a suonar la carica. Il duello fantasisti fa versare lacrime amare a Esposito. Vedendo Pastore 9,5 inconare in area, metterla sotto l’incrocio dei pali ed esultare in faccia al suo ex allenatore, fa venire la pelle d’oca a miser Totò, ke con gesto inconsulto ricambia il gesto. Quando l’ex grida vendetta. Venduto per far posto a Jovetic 5, ke oggi sparisce dal campo, e quella volta ke si fa vedere, sbaglia il più incredibile dei gol, incroiando troppo il tiro in diagonale. Augelli vede tutto rosa. E nella ripresa il colpo del ko, si chiama Borriello, spauracchio delle difese altrui, gol di rapina e 2-0. Dall’altra parte i gol e gli assist si vedono in panchina. Lucarelli, Amauri e Crespo. Why? Un 8,5 un 7 ed un 8…un harakiri incredibile. Preferiti li davanti Iaquinta e Del Piero. Il capitano, mostra carattere, ma è troppo poco. Il ragazzo calabro, oltre a sbagliare di testa il più facile dei gol, esce anzi tempo, con un 4,5, ke fa rimanere ibernato il suo mister. C’è poco da sperare. Toni, incappa nella giornata no, come tutto il resto della squadra, e per Augelli il sogno si materializza, allo scadere, quando sempre Borriello, 12,5 causa ammonizione, scaraventa il gol 3-0, con la sua solita caparbietà da cecchino d’area. La gara finisce qui. C’è poco altro da raccontare. Dopo tante grandi prestazioni, e vittorie esaltanti, si fermano i boys.Addirittura flop della settimana. Una giornata storta, doveva capitare prima o poi, meglio prima ke dopo, nel finale di campionato. Oggi, Esposito, non ha azzeccato la formazione, ma sappiamo tutti la difficoltà di questa competizione, e dobbiamo dare atto al vate dauno, ke poche volte quest’anno, poche volte ha errato in quanto a tattica. A fermare i Boys, sono stati più ke altro acquisti sbagliati e portieri imbarazzanti. Ma nonostante ciò, i boys sono li a lottare per non pagare e comunque finirà, è già un miracolo esserci, anche se conoscendo il mister, la delusione è tanta. Applausi tanti applausi, merita  Via Genova, ke ritrova vittoria e sorriso. Servono a poco tre punti, ma dimostrano il valore di una squadra sfortunata. Annata da dimenticare, scempio totale. ma nonostante ciò, Augelli sta onorando il campionato, a differenza di altri gli anni passati. Fanalini di Coda si, ma titoli di coda no, per una squadra grandiosa, a tratti esemplare, da portare come esempio di vita.
IL MIGLIORE: BORRIELLO
IL PEGGIORE: IAQUINTA
 
SCHIAVONE F.C  67,5-70 OGGI TORCINELLI   1-2    X  intorno di 4
 
Partita ai limiti del paranormale, a tratti priva di introspezione cosmica. In terra democratica, va di scena, la tragedia del negativo. In italiano corrente, tre gol a zero per Mikele Schiavone, ma vittoria sfiorata per i bolognesi di Lombardi. Il vate bolognese, rischia al pari di Di Chiano, il linciaggio popolare, quando nella consegna delle formazioni manca il nome di Matri,semplicemente uomo simbolo di Oggi Torcinelli. C’è Mexes, e un attaccante in meno. La coppia BB, Barreto Balotelli davanti. Torna Buffon tra i pali, e si noterà la differenza. Schiavone sceglie Acquafresca anzichè lo stimato Rocchi in attacco, al fianco di Et’o e Quagliarella. La partita inizia, e sembra senza storia. Dopo appena 5 minuti, Quagliarella va in rete da pochi passi. Poco dopo, il partenopeo, appoggia comodamente a Marechiaro Hamsik, ke di piatto fa il 2-0. A dir poco schok, l’avvio bolognese, ma di colpo, il vento in poppa ai democratici gira clamorosmante. De Santics, ne prende insolitamente tre, ed il terzo, viziato da un fallo presunto, fa scoccare l’ira di Quagliarella, ke da protagonista, diventa antagonista assoluto. Proteste scurrili, espulsione tre turni di stop, e 7 in pagella….si compreso gol e assist. Incredibile ma vero, nonostante il due a zero, il 2 di De Santics, non fa star tranquillo il vate democratico. Ci pensa Eto’o, a rassenerare il tifo democratico. Il Marziano del cameroon, fa esultare il vate Mikele, e fa sbattere pugni alla panchina, a Lombardi. I suoi non giocano male, ma non trovano il gol. L’assenza di Matri, per scelta tecnica, non peserà come quella di Di Natale, vistoil 5,5 del sardo. I ragazzi felsinei mostrano però carattere in campo. La coppia BB, non fa gol, ma sfodera due assist, soprattutto quello di Barreto, generoso al quanto, ke sanno di gol. 7 e 7,5. L’intuizione Mexes, al ritorno dopo tante esclusioni, fa bene al vate felsineo, 6,5, così come i vari Cambiasso,Asamoah, Kjaer, Buffon (ke mantiene la porta inviolata dopo 19 giornate!!). Uniti al 7 di Maicon, uomo assist anche lui, fanno pensare, ke tre gol di vantaggio, non sono sinonimi di sicurezza. Ed ha conti fatti, è addirittura Oggi Torcinelli a sfiorare la vittoria. Solo Lucio è leggermante insufficiente. Schiavone paga la mancata vena di Doni e Alvarez, oltre a Riise. Bene il solito Valdes 7, ma è troppo poco, nonostante tre reti ed un assist, contro tre assist. Rocchi, lasciato a scaldare la panchina, si ke segna. Proprio oggi, in una delle poche gare, in cui il suo mister decide di farlo riposare. Mancata intuizione contro grande intuizione, quella di non schierare Matri. Addirittura recriminazione, per il mancato inserimento del sottovaluato Cassetti, andato a segno, ma lasviato in tribuna dal suo ct. Ma il troppo storpia, e un pareggio ottenuto in questo modo per Lombardi, fa vedere il bicchiere mezzo pieno. 40 punti, salvezza a meno 2, ma la forma è quella giusta, ed i rientri importanti, fanno si ke i felsinei, possano farcela eccome ad arrivare quarti. Altra occasione buttata quella di Schiavone f.c. Un punto guadagnato nella rincorsa contro Di Chiano, ma soprattutto due punti persi. Il gol di rocchi, comunque non avrebbe dato la vittoria ai suoi, ma non è ammissibile il comportamento masochista di Quagliarella, ke ha riacceso le speranza sotto le due torri. La matematica dice ke tutto è ancora possibile, ma il tempo stringe, e Di Chiano, non sempre può sbagliare, caro Mikele.
IL MIGLIORE: ETO’O
IL PEGGIORE: QUAGLIARELLA
 
LA MONTAGNELLA 82,5-73 BULLDOGS    3-2    1
 
La partita più spettacolare della giornata va dì scena al tana delle tigri, in terra marchigiana. Mr.Natale, contro Brattoli, uguale spettacolo. Due stagioni contrapposte. Quella della corazzata, partita ad alti livelli, e poi improvvisamente, caduta in basso. 6 sconfitte di seguito, ke hanno dovuto cambiare prospettive e obiettivi. Gli ultimi risultati, ma soprattutto le ultime prestazioni, hanno ridato sorriso e voglia di vincere ai dooberman. I brattoliani, però non fanno sconti a nessuno, tanto meno oggi, dopo la bruciante sconfitta in terra lombarda, visto ke dietro si corre. I sanbenedettini, sono quarti, tutti dipende da loro, o quasi. La gara, sarà stupenda. Ed alla fine prevarrà la voglia di salvarsi, della Montagnella, alla voglia di riaprire un filo di luce chiamato primato dei Bulldogs. Il miglior attacco, è la difesa…proverbio al contario, ma ke ci sta tutto, visto la prestazione di Chiellini e Portanova. I due di testa, sono formidabili sulle palle da fermo, ed oggi, decidono di andare a segno, entrambi, il primo con cucchiaio di testa, il secondo, con bordata di testa. Anche “la capa”, ha i tocchi raffinati o potenti, più dei piedi. E pensare ke la gara, non si era certo messa male per gli ospiti. Mr.Natale, ringraziava per l’ennesima volta Maxi Lopez, da uomo promessa, a uomo copertina, capace di infilare di misura il portiere con un diagonale, più preciso ke potente, ed il solito Milito, ormai notizia la fa quando non segna, ke da pochi metri la spingeva senza problemi oltre la linea. Il principe però, sbaglia un gol ke di solito mette dentro ad occhi chiusi, ed è qui ke inizia il declino Bulldogs. La reazione picena, per la gioia del suo ct, come detto non si è fatta attendere troppo.Da 0-2 a 2-2. Mirante, a differenza di Handanovic indenne, ne prende 2. Chiude con un 4, ma vi assicuriamo ke le parate le fa e come. Incomprensibile il solo 6 dato dalla gazzetta…ke quest’anno di danni già ne ha fatti. Lopez chiude l’opera con un assist, incrementando a 11 il bottino fantapunti. Su risultato di parità, serve un episodio per sbloccare la gara. Lo trovano i ragazzi di casa. Liverani 6,5, viene messo giù in area. E’ rigore. Giusto. Miccoli, non fallisce la ghiotta occasione. Rimonta completata, è il 3-2. Tra le tribune il pubblico è in festa, una partita meravigliosa, con un primo tempo esaltante. Nella ripresa cala il ritmo, ma non le emozioni. Kolarov 7, compie un assist ke rimette in gioco la gara. Stesso discorso per Seedorf 7. I voti però, non tanto sorridono al vate di viale campania, ke piange in mezzo al campo. Tranne l’olandese di colore, Conti,Galloppa e Zanetti, sono insufficienti.Meglio in difesa, portiere comprese. 6, tutti quanti. Viene a mancare il guizzo di Cavani in attacco, ke oggi, di segnare proprio non ne vuol sapere. Non fa certo meglio Maccarone, ke con 4,5 è il peggiore dei suoi. Ma i voti, per La Montagnella sono tutt’altra storia. Montolivo e Balzaretti 7, Snjeder 6,5. A togliere i dubbi sul risultato finale, ci pensano di nuovo Miccoli 13, ormai inarrestabile li davanti e fantantonio, l’uomo della provvidenza. Colpo di testa sottomisura e 9,5 ke regala il 5-2 e la vittoria picena. Natale allarga le braccia, all’esultar dell’estro barese. Finale pirotecnico di una gara al cardiopalma. Ennesima ottima prestazione per i Bulldogs, ma inutile. Sfortuna ke non si scrolla Mr.Natale, ke comunque resta saldamente sul terzo gradino del podio. Perso un punto su Schiavone. Brattoli, resta quarto, ma stavolta senza compagnia. E’ a 42, grazie a tre colpi di testa. E quel duo leccese-barese li davanti, sembra inarrestabile. La salvezza è vicina, serva solo costanza e a quanto pare, al top della settimana, questa non manca.
IL MIGLIORE: MICCOLI
IL PEGGIORE: MACCARONE
 
Finisce dunque così, la 33ma giornata del nostro fantacalcio. Scusate come sempre il ritardo del punto, sempre più sintetico ma mai banale..spero..Dunque la vetta resta e molto probabilmente resterà a Di Chiano ke ha 60 punti. Schiavone a meno 7, Natale a meno 9. Poi buco dell’ozono, e Brattoli si trova a 42, seguito da Oggi Torcinelli e Scarface a quota 40. Torna penultimo Calimero con i suoi Boys a 39, infine chiude il fanalino di coda Via Genova, con un ottimo 31. La prossima giornata, non vedrà scontri diretti per il quarto posto, ma saranno tutte sfide incrociate. Spicca Serie A Team-La montagnella, ke guidano rispettivamente le due volate per primo e quarto posto. Oggi Torcinelli ospita i Bulldogs, in una gara molto bella, ke darà risposte importanti. Scarface, ospita gli ultimi, ma non per importanaza. Via Genova, ke in caso di vittoria, potrebbe sperare quanto meno di non chiudere ultima. Infine Schiavone f.c affronta i Calimero Boys, in una gara ke sancirà verdetti importanti. La volata per il quarto posto è stupenda più ke mai quest’anno. Cammino ostico per Oggi Torcinelli, ke dopo i Bulldogs, se la vedreanno con tutte le dirette avversarie. Brattoli-Esposito e De Mite. Uno dopo l’altro. Esposito avrà le ultime due gare La Montagnella e Scarface. Anche lui ha tutto da giocarsi. Ne vedremo delle belle! A presto, e buon campionato a tutti dal vostro inesauribile MARIO PALAZZI!

Il Punto della 33^ Giornataultima modifica: 2010-04-17T14:57:12+02:00da vins0488
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Il Punto della 33^ Giornata

  1. RISULTATI UFFICIALI 34ma GIORNATA:

    OGGI TORCINELLI 69,5-65,5 BULLDOGS 1

    CALIMERO BOYS 66,5-70,5 SCHIAVONE F.C 2
    questa sfida è ancora in bilico, visto due assist dubbi. Uno probabile di Cassani ed uno dubbio di Sculli. Se venisse assegnato almeno uno, è pareggio.

    SCARFACE 70,5-71,5 VIA GENOVA X

    SERIE A TEAM 68,5-77 LA MONTAGNELLA

    Nella sfida oggi torcinelli-bulldogs, ci sono due assist dubbi per Lazzari e Matri, il loro assegnamento o meno, non influisce sul risultato finale, visto già il distacco di 4 fantapunti.

    Vi terremo aggiornati, visto il dubbio nella sfida Calimero Boys-Schiavone f.c, la classifica non può essere riportata

  2. RISULTATI UFFICIALI 34ma GIORNATA:

    OGGI TORCINELLI 69,5-65,5 BULLDOGS 1
    Due assist dubbi, per Matri e Lazzari. Il loro assegnamento o meno,non compromettono la vittoria di Mr.Lombardi

    CALIMERO BOYS 66,5-70,5 SCHIAVONE F.C °
    questa gara non è decisa. Ci sono due assist dubbi, uno probabile di Cassani, l’altro dubbio di Sculli. Se venisse assegnato almeno uno dei due, è pareggio

    VIA GENOVA 70,5-71,5 SCARFACE X

    SERIE A TEAM 68,5-77 LA MONTAGNELLA 2

    La classifica non può essere pubblicata, visto l’esito incerto di una gara. Vi terremo aggiornati nel corso della mattinata.

  3. COMMENTO POST-PARTITA OGGI TORCINELLI:

    Ringrazio i miei giocatori, per l’ennesima soddisfazione, ke mi hanno regalato. Nonostante la mossa sbagliata di pellissier in panchina, i voti sempre ottimi, ci hanno permesso di vincere, e rimanere attaccato a Brattoli. Anzi, se qualcuno, vedi Di Chiano, avesse fatto il suo dovere di mandare correttamente la formazione, a quest’ora saremo quarti a pari merito. Il burattino di Chieti, dopo aver quest’anno per ben due volte non mandato la formazione, regalando di fatto punti agli avversari, questa volta è riuscito, a giocare in dieci, lasciando in tribuna Gamberini e Almiron, perchè dice ke venerdì non lo sapeva. Continui a fare regali e a falsare la lotta per il quarto posto con questo suo atteggiamento superficiale, ke già quest’anno ha dimostrato. Se Dio esiste spero ke questo campionato venga vinto da Schiavone.
    Chiedo conferma a Esposito De Mite e lo stesso Brattoli, se la pensano come me, oppure se è il sottoscritto a sbagliare con questi discorsi. Fatto sta, ke non cambierò la mia idea di pensiero.
    E non venga a fare i soliti discorsi chiedo scusa, oppure è capitato, perchè ormai sono diventate parole di consuetudine.
    VERGOGNATI DI CHIANO!

  4. sono pienamente daccordo cn mister lombardi! e lo dico da tifoso di una squadra che non ha più nulla da dire al campionato! è davvero una vergogna!
    ora mi chiedo anzi chiedo al presidente di lega di provvedere ad assegnare adeguati punti di penalizzazione a chi nn invia le formazioni come si farebbe nella lega di seria a e b e nella lega pro!
    se nn è possibile quest’anno si cerchi almeno di fare qualcosa per l’anno venturo!
    di chiano come carraro!
    complimenti a mister lomberdi per l’ottima prestazione! nemmeno il nostro tifo scatenato è bastato per fermare i suoi!

  5. GLI ASSIST sono stati tutti confermati, Sculli,Cassani,Matri e Lazzari, la classifica è dunque:

    1. SERIE A TEAM 60 2404,5

    2. SCHIAVONE F.C 54 2378

    3. BULLDOGS 51 2365,5

    4. LA MONTAGNELLA 45 2373

    5. OGGI TORCINELLI 43 2352

    6.SCARFACE 41 2334

    7.CALIMERO BOYS 40 2283

    8.VIA GENOVA 32 2220,5

  6. Il nostro caro Pezzicoli ha ragione, il SIGNOR di chiano meriterebbe davvero 10 punti di penalità, ma sarà contento perchè per il campionato di quest’anno non era stato preannunciato alcuna sanzione…ma dalla prossima stagione dovrà essere introdotta sicuramente una sanzione punitiva per chi come il nostro “scienziato del calcio” ama falsare le partite.

  7. Ringrazio Pezzicoli, il presidente di lega Esposito, e De Mite per il loro appoggio. Soprattutto con quest’ultimo, nonostante la rivalità, le tante frecciatine, le parole a volte un po fuori dalle righe ke abbiamo avuto quest’anno, non è mai mancato il RISPETTO reciproco. La parola RISPETTO, non fa parte del vocabolario teatino, ke con questa sua superficialità sta falsando una lotta al quarto posto, così bella ed esaltante. Ieri, mi ha scritto il buffone, dicendo, anzichè almeno chiedere scusa, “IL QUARTO POSTO TE LO DEVI SUDARE, NON DEVI CONTARE SUGLI ALTRI..”…una frase ke non merita risposta, davvero una bufala..come se fosse giusto aiutare altri…
    VERGOGNA DI CHIANO!

  8. Per quanto riguarda la lotta al quarto posto dissento in parte le parole di De Mite. Si, in questo momento Brattoli è il più in forma, è vero, ed è tutto nelle sue mani. Però, ognuno di noi quattro meriterebbe per un motivo o per l’altro di essere quarto al pari di Brattoli.
    Esposito, lo meriterebbe, per l’incredibile rimonta ke è riuscito ad effettuare, quando sembrava spacciato, De Mite lo meriterebbe per il tasso tecnico,e per gli uomini di qualità. Il sottoscritto, è quello ke ha più di tutti occupato la quarta posizione, sono stato li per molte giornate consecutive.
    Credo ke domenica la sfida tra noi e Brattoli, sia davvero decisiva. Una fetta abbondante del campionato si gioca li. Gli scontri diretti sono sul 2-2, quindi è davvero decisiva. Finale di stagione stupendo.

Lascia un commento