Il Punto della 34^Giornata

Appassionati di tutta italia, bentornati e benritrovati, alla competizione fantacalcistica, più bella dello stivale! Via Milano fantacalcio 2009-10, sta entrando nella fase finale. Siamo arrivando agli sgoccioli di una stagione meravigliosa,ed a quattro giornate dalla fine, nessuna posizione è certa, tutto è ancora in ballo, e giacchè in ballo ci troviamo anche noi, giornalisti della fredda cronaca, analizziamo le quattro gare ke hanno caratterizzato la 34ma giornata:
 
OGGI TORCINELLI  71,5-65,5  BULLDOGS   2-1   1
 
Pasquale Zagaria, invaso dai tifosi in terra emiliana, per spingere la squadra felsinea al quarto posto. Ottima la partecipazione dei Dooberman, presenti in gran numero nonostante i 500 km di trasferta. Gli uomini di Natale, hanno ancora una tenue speranza di scudetto, mentre ben più vicino è l’obiettivo salvezza per Mr.Lombardi. La compagine bolognese, avrà la meglio, in una gara vibrante e piena di insidie. Confermatissimi i tridenti da entrambe le parti, con le sorprese Maxi Lopez e Matri di fronte. Modulo speculare 3-4-3, finalmente Oggi Torcinelli, può schierare la formazione ideale, dopo 30 giornate, grazie ai rientranti infortunati. Anche Bulldogs, non è in emergenza, ma la squadra dauna, non convince. In Primis Milito.Il cecchino, sbaglia l’impossibile. Marziani come lui, dinnanzi al portiere non possono fallire certe occasioni. Buffon più volte di fronte a tu x tu, non viene battuto. Il vero bomber, e l’uomo della serata oggi, diventa Maicon. Il verde-oro, non fa granchè, ma ad inizio gara, si inventa una magia, con tiro poderoso dal limite, ke fa esplodere stadio e tifosi. Un tiro al volo incredibile, con sombrero annesso. 10,5, è prestazione da bomber. Bulldogs in difficoltà. Balotelli, con una punizione magistrale, fa esplodere il suo destro. Traversa ke balla ancora. Rammarico in casa felsinea. Gli uomini di Natale, non rispondono ai comandi del mister, quelli emiliani si. Per l’ennesima volta, i voti di Oggi Torcinelli, sono un esempio di maturazione e determinazione. E saranno i voti a decidere il match, non i gol. Infatti Maxi Lopez, ad inizio ripresa, segna con il solito diagonale ke lo ha reso celebre. Caschetto biondo però, da gioie e dolori. Dopo aver servito anche un assist, si presenta dagli undici metri, per completare la rimonta Bulldogs. Tiro, parato. Ed è come se si fosse annullato il gol. 7, ma poteva essere 14…Zaccardo fa tornare alto il morale ai suoi. Il terzino, mostra di non essere da meno di Maicon, in quanto a realizzazione. E’ l’1-2. Ma nonostante la rete, il campione del mondo, prende 8,5. Entrambi i mister recriminano per gol in panchina. Ferreira Pinto e Pellissier, a scaldare i seggiolini, per schierare Barreto e Galloppa..trasparenti e mai pericolosi in campo. A decidere la gara, è la tripletta di assist bolognese. Gigantesco Lazzari 7,5, bomber Matri 7, sostanza Asamoah 7, offrono palle deliziose. Uniti ai soliti mostri Lucio e Cambiasso, e comunque ad un buon Buffon, danno 3 punti meritati, ai bolognesi. Giornata storta per Natale. male anche Cavani e Kolarov. Bene ma è troppo poco, i vari Seedorf, Bonucci e J.Zanetti. Non basta. I bulldogs tornano da Bologna a mani vuote. Tanta sfortuna, il rigore fallito, ha sicuramente condizionato la gara. In caso di trasformazione, sarebbe stata vittoria. Dea bendata contraria, addio scudetto,e ora anche il terzo posto non è più sicuro.Brattoli è a meno 6, e può acciuffare i dauni. Lombardi a fine gara è strafelice. Ultime 5 gare senza sconfitte. Vittoria sofferta, fortunosa, ma anche piena di carattere, visto i voti ottimi, e non è la prima volta. I ragazzi sorpresa di Lombardi possono portarlo a salvarsi. E nessuno avrebbe mai creduto ke gente come i sopra nominati, avrebbero fatto così bene. Scovatore di talenti, la salvezza si gioca domenica contro Brattoli. Gli scontri diretti dicono 2-2, in caso di sconfitta sarebbe meno 5 e addio quarto posto. In caso di vittoria Lombardi andrebbe a più uno, ma è come se fosse un virtuale più 5, visto ke andrebbe in vantaggio di scontri diretti. Sempre Scarface e Calimero Boys permettendo.
IL MIGLIORE: MAICON
IL PEGGIORE: MILITO
 
CALIMERO BOYS  68,5-70,5 SCHIAVONE F.C    1-2     x intorno di 4
 
Gara fondamentale, con i dauni in zona salvezza, e i democratici, mai domi, ke credono ancora nel titolo. La partita ke può dare una svolta, vede di fronte Esposito e Schiavone, due uomini due perchè. Calimero sa ke la sua squadra è in forma, e può farcela, nel miracolo dell’anno, dopo una partenza ad handicap. Schiavone, vede i teatini rivali, in caduta libera, e finchè matematica esiste, provarci è lecito. Il risultato finale, dirà però pareggio. Ed è un x ke non serve a nessuno. E pensare ke la gara si mette subito bene per i democratici. Marziano Eto’o segna il più facile dei gol, ma togliendosi la maglietta, incappa nel modesto 8,5. La squadra di Esposito soffre. Toni 5 per la seconda volta, è insufficiente, e pensa più a darle, ke a prenderle. Del Piero, dopo mezz’ora di buon livello lascia il campo. I protagonisti si dileguono, e i risultati si vedono. Brutti voti per Schiavone f.c, ke in difesa rimedia solo 5 e 5,5. Lichesteiner, ultimamente in vena di grazia, non punge. Colosso Riise non spinge,e Dainelli si fa ammonire. Tragedia greca. Dall’altra parte fanno non bene ma benissimo Cassani e T.Silva. Il brasiliano, è sempre più diga espositiana, mentre il primo, con un assist, rimedia un 7 molto positivo. Nota stonata Burdisso autore di una delle poche prove insufficienti. Può capitare dopo una stagione ad alti livelli. La vera delusione si chiama De Rossi. 4,5 sente troppo la gara, e non gioca un pallone ke sia uno. Sponda democratica, capisce ke può chiudere i conti. Rocchi, scorsa settimana lasciato in panchina, oggi viene schierato e si vede. Tommasino sempre in piedi, segna uno dei suoi gol e porta i suoi sul 2-0. Nella ripresa, potrebbe chiudere i conti definitivamente. Su rigore concesso, succede la svolta della gara. Il penalty, non viene battutto da lui, stranamente, come spesso accade nella squadra democratico. Mikele è imbufalito in panchina. J.Sergio, respinge il tiro dagli undici metro, più ke un tiro, un passaggio di riscaldamento per il portiere dei Boys, ke regala 9,5 fantapunti ai suoi. La partita vive a questo punto sull’onda dell’equilibrio. Valdes, fa in assist per Schiavone. Il ragazzo, ha talento, e quest’anno lo ha dimostrato. Nelle ultime tre gare 10, 7 e 8,5. C’è qualche cosa! In pareggio dunque il conto degli assist, ma solo per poco. Peppino Sculli, riporta in vantaggio la parentesi dei passaggi d’oro, e prende 7.  E saranno proprio i due assist a fare la differenza in questa gara, oltre ai voti buoni dei dauni. Crespo porta un 6,5 di qualità, mentre dall’altra parte Acquafresca,5 continua a deludere. Anche il poco estro di Doni, non da soddisfazioni all’elegante Mikele. Alla fine è un x ke ci sta tutto. Non serve ai Boys, ke vede sfuggire a 5 punti il quarto posto. Serve pochissimo a Schiavone. Il democratico nelle ultime tre gare, fa soli 3 punti…Di Chiano poteva essere davvero ripreso. Il teatino è ora a meno 6, ma le partite da giocare restano pochine. Masochismo di una squadra ke poteva fare meglio in questo campionato. Peccato.Ora i democratici devono cercare di presentarsi allo scontro diretto a meno 3, per poi tentare l’aggancio. E visto lo stato di Serie A Team tutto è possibile Esposito, dopo la sconfitta contro Augelli, frena ancora. Mr.Totò, ha corso e rincorso tanto e sta pagando gli sforzi di una rincorsa, ke lo può aver lasciato senza fiato. Il quarto posto diventa opinabile ora. Nonostante la regola dei 4 punti, gli scontri diretti annessi, contro Brattoli, lo vedono sotto per 3-1, oltre ad un pareggio. Diverso il discorso se Lombardi arrivasse quarto, visto ke c’è parità di 2-2 oltre a un pareggio e manca lo scontro diretto. Ma comunque Esposito dovrebbe recuperare 5 punti in quattro gare e arrivare quinto. Ora è settimo. Comunque vada sarà un succeso per come si era messa.
IL MIGLIORE: ROCCHI
IL PEGGIORE: DE ROSSI
 
SCARFACE  70,5-71,5 VIA GENOVA     2-2     X
 
De Mite c’è. De Mite può. Due vittorie consecutive e i brianzoli si ritrovanoi a pari merito di Lombardi, nemico di stagione. Ma l’avversario di oggi, è il più in forma ke mai ci possa essere. Via Genova, sta onorando il campionato, anzi sta facendo di più. Sta diventando arbitro super parte di tutte le lotte. Forse il nome di fanalino di coda nessuno glielo toglierà in questa stagione, ma resta l’ottima tornata di ritorno. La gara sarà equilibrata fino al midollo, lo mostra il punteggio, e lo mostra l’andamento. Tony Monatna tutto esaurito. Il vate di cologno, non sbaglia più una mossa da tre gare a questa parte, ed i risultati si vedono.Inizio ad handicap per gli augelliani. Sissoko, quest’anno l’ombra del Mohammed dell’anno scorso si fa espellere per doppia ammonizione. Nervoso più ke mai, interviene scomposto in scivolata, sapendo di esser già stato ammonito. 3 per lui. Augelli affranto fin da subito. Eppure, la reazione rabbiosa di Via Genova se pur in dieci non tarda ad arrivare .E’ Marco Borriello come sempre a portare in vantaggio gli ospiti. Incornata vincente su azione d’angolo, ke fa ammutolire l’intero stadio. Sempre Marco, davvero il simbolo, insieme ad Ambrosini di questa squadra. Mollare mai! E il raddoppio si chiama Lavezzi. Il pocho si ricorda di possedere il tiro oltre al dribbling. Bordata dai 25 metri sotto l’incrocio. Straordinaria rete dell’ex Bulldogs, e 2-0. De Mite resta ibernato in panchina. Gilardino anche oggi, mostra la sua evanescenza stagionale. Quest’anno più dolori ke gioie per l’attaccante più pagato dai milanese. Ma il prezzo si sa, non fa la forza. Gli attaccanti al risparmio, sono quelli ke più danno gioie. Ed è il tir romano, con semi rovesciata da acrobata, a riaccendere le speranze lombarde. E’ l’1-2 ke chiude la prima frazione. Nella ripresa, il ritmo è sempre vivo. Bene Pastore, sempre pericoloso con la palla fra i piedi. Meglio di lui su sponda brianzola fa Padoin 7 , altro ragazzo dalle ottimi doti. Non entra invece nel vivo del gioco Vargas 5,5, fuori forma. Stesso dicorso vale per Rosi, scorsa settimana salvatore della patria. Augelli può contare su un ottimo Cannavaro,7 da alcune giornate tornato in forma mondiale. Soliti croci Zambrotta e Delgrosso…di meglio non c’è. La difesa quest’anno è stato il punto debolissimo di Via Genova, si sa. Scarface prova ad attaccare, Gila continua a sbagliare, e su rapida azione di contropiede, Lavezzi sorprende la difesa milanese,Masiello su tutti. segnando il 3-1 esterno. Augelli è il volto della felicità, e potrebbe chiudere il conto sempre con Borriello, ke sbaglia due palle gol nitide. Anche Zarate non fa poi male, ma resta l’altra delusione di Via Genova. Solo 6. Insomma ai voti, De Mite sembra aver qualcosa in più, soprattuto dietro, bene Campagnaro e Samuel, ma i due gol,di svantaggio, rendono la situazione nera. Quando tutto sembra deciso, su cross dalla destra, è il mai nominato oggi, Pazzo Pazzini 10 a trovare l’incornata ke fa esplodere il Tony Montana, e a regalare  il pareggio a Scarface. Gioia incontenibile, un punto d’oro ke sembrava sfumato oggi. Scarface resta in corsa per il quarto posto a meno 4. Il pazzo si sta mostrando il vero bomber su cui puntare, più ke gila. Unito ad un’ottimo Tir, senza dimenticarci dell’estroso Martinez la salvezza può arrivare. Gli scontri diretti con Brattoli dicono 3 pareggi ed una vittoria per parte. Dunque saranno i fantapunti a decidere tutto, e Scarface non ha praticamente possibilità di recuperare ben 140 fantapunti. De Mite deve sperare dunque ke Lombardi vinca domenica per poi cercare di “non perdere” lo scontro diretto (con Lombardi è in vantaggio per 2-1) fra due gare. Come per Esposito è difficile ma non impossibile, ma deve comunque arrivare quinto. Via Genova resta a meno 8 dal settimo posto.Occasione sfumata, causa Pazzini e Sissoko, ke ha compromesso la gara. Solo parole d’elogio per questo finale stupendo di stagione. Professionalità, coerenza e determinazione. Sperando in annate migliori, il finale di stagione, è il punto da cui ripartire
IL MIGLIORE: LAVEZZI
IL PEGGIORE: SISSOKO
 
SERIE A TEAM  68,5-77 LA MONTAGNELLA    1-2     2
 
Siamo giunti, al match clou di oggi, alla gara ke può cambiare una stagione, e può delineare gli secnari degli obiettivi di tutte le partecipanti del fantacampionato.Scusiamo tutti se ci dilungheremo un po di più su questo incontro. Da una parte Serie A Team, gli abruzzesi tritasassi in crisi di risultati, dall’altra La Montagnella, squadra campione in carica, campionato di basso profilo rispetto a quello dello scorso anno, ,ma da alcune giornate in super forma, fantapunti a go-go, e condizione atletica esaltante. La gara sarà spettacolare e piena di colpi di scena, e farà scatenare le ire di tutti i diretti avversari, e non solo, della squadra di Mr.Brattoli. Lombardi in primis, furioso a fine giornata, ma anche Esposito De Mite, e tutti gli altri, si scagliano contro l’allenatore di Chieti. E noi giornalisti non possiamo ke schierarci con loro. Di Chiano, recidivo,già due volte quest’anno non schierò la formazione, falsando in qualche modo il campionato regalando punti a destra e manca. Questa volta la manda..ma forse era meglio non ottemperire agli obblighi. Con superficialità e poca coerenza Di Chiano schiera uno strano 4-3-3, con in panchina un solo difensore di riserva, Gamberini in tribuna. Quest’ultimo giocherà, Yepes no, e i teatini si presentano in dieci. Inoltre il centrocampo a 3, quando in panchina vi è Jarolim, ke il voto lo prende, e in tribuna il recuperato Almiron, ke oltre a giocare, farà anche gol. Un harakiri poco chiaro. C’erano tutte le condizioni per giocare in 11, ma Di Chiano, si difenderà con una scusa poco plausibile. Lombardi si scaglierà con parole pesanti contro il tecnico di Chieti, ke risponde con una specie di “sono fatti tuoi..”, ke di certo mostra poco stile e ke fa diventare antipatica una squadra comunque forte. Passiamo alla gara, visto ke comunque sarà spettacolare. Brattoli schiera i soliti uomini doc, e mostrerà la sua forma. A passare in vantaggio, è pero Serie A Team. Tiro al volo di Cossu dal limite, deviato, ke si insacca. 9 per il piccolo grande trequartista. I marchigiani contano però sull’uomo in più e non perdono la testa. Mirante, ne prende tre, ma nonostante ciò riesce a portare 4 fantapunti ai suoi. Ripagato giustamente. J. Cesar invece esce indenne, dopo piccole indecisioni. Ottimo 6. Sembra quindi si riesca a sopperire all’uomo in meno. Almeno fino alla fine del primo tempo. La ripresa è la tragedia del negativo, ed al Trinità, è calcio Champagne, degli ospiti. Bonera abbatte, uomini in area, espulso 4,5, e rigore trasformato da Cassano 10. E’ l’1-1. Dopo alcuni minuti i brattoliani, grazie all’uomo in più dominano la scena. Maccarone di testa, fa 2-1 e 9,5. Ennesima grande prova di Big-Mac. Serie A Team, è in preda allo sconforto, male con i voti, visto la scarsa vena di Pazienza ,Abate, Lucchini. Sponda sanbenedettina, male Snjeder e Liverani. Mentre vengono premiate le incursioni di Balzaretti 6,5 e Palladino stesso voto. I voti si equilibrano, ma le reti no. Ed a far saltare di gioia Mr.Antonio, è Montolivo, ke sigla il 3-1, e Miccoli subito dopo appena entrato, ad umiliare i capoclassifica, con un 4-1 delizioso. Fischi e cori contro di Chiano, per un 1-4 interno molto pesante. Come in un film però, il finale degli abruzzesi è però esaltante.I due grandi marcatori di quest’anno. Di Natale da pochi passi, e poi un Vucinic in vena di calci piazzati, rimontano e creano un 4-4 senza precedenti. Lo stadio è una bolgia, e La Montagnella resta esterefatta. Senza contare il gol di Almiron in tribuna, ke avrebbe regalato il 5-4. A conti fatti la rabbia aumenta. L’uomo in meno, fa la differenza, i teatino perdono con uno scarto di 9,5 fantapunti..ossia il voto di Almiron. E se proprio si vogliono trovare scuse sull’impiego del brasiliano, c’è Jarolim in panchina ke con il 6 avrebbe portato comunque al pareggio. Suicidio della squadra di chieti, ke suscita polemiche ad oltranza. La vetta non sembra a rischio, grazie a Schiavone con non sfrutta il periodo nero degli abruzzesi. Poca professionalità, e per essere primi, bisogna essere primi in tutto. Di Natale e Vucinic, da venerare come dei quest’anno.Male Totti, 4,5. Scudetto rimandato. Al di là della scarsa vena di Di Chiano, come non si fa a sottolineare un Brattoli in versìone Fantastici 4? Una squadra ke da alcune giornate macina punti. Miccoli e Cassano, uomini chiave, e anche Big-Mac, completa un tridente colossale. Solito centrocampo di sostanza, in questo momento sembrano imbattibili. Ancora Top della settimana. Solo Oggi Torcinelli tiene il passo, ma resta a meno 2. Domenica è scontro diretto. La montagnella se vince, diventa difficile da acchiappare. Brattoli, è l’unico ke conti non ne deve fare. Se le vince da qui alla fine, è quarto anche con più di 4 punti rispetto a qualsiasi quinto arrivato. E se lo meriterebbe visto il super momento. Certo se Di Chiano avesse fatto il suo dovere, a quest’ora la classifica sarebbe ben diversa.
IL MIGLIORE: MR.BRATTOLI
IL PEGGIORE: MR. DI CHIANO
 
Si conclude dunque questo turno. La classifica è già stata spiegata nelle cronache delle partite. Resta tutto aperto e da decidere a quattro gare dalla fine. Domenica quint’ultima giornata, e fine del giro di Boa. La gara fondamentale è La Montagnella-Oggi Torcinelli, ki vince, mette una serie ipoteca sul quarto posto. E c’è da sottolineare, ke comunque finirà, sono loro le squadre ke più di altre se lo sono conteso, ed è giusto se la giochino ad armi pari. Ma certo Esposito e De Mite non stanno li a guardare. I boys affrontano i Bulldogs, e  De Mite Schiavone f.c, ke comunque vuole ancora credere al primato, e ne ha tutte le ragioni per farlo. Chiude il derdy parentale tra Serie a team e Via genova. Mai momento più propizio per sgambettare il cugino. Augelli, può riaprire il campionato, e Schiavone non vede l’ora.
Un finale stupendo. Per la cronaca quarto posto ricordo gli scontri diretti: LA MONTAGNELLA-OGGI TORCINELLI 2-2, LA MONTAGNELLA-CALIMERO BOYS 3-1, LA MONTAGNELLA-SCARFACE 1-1, SCARFACE-OGGI TORCINELLI 2-1, CALIMERO BOYS-OGGI TORCINELLI 2-2, SCARFACE-CALIMERO BOYS 1-2.
Restano da giocare La montagnella-Oggi Torcinelli, Calimero-Oggi Torcinelli, Scarface-Oggi Torcinelli, Calimero boys-La montagnella e Calimero boys-Scarface
A VOI I CONTI, il vostro Mario Palazzi vi ringrazia e vi da appuntamento a settimana prossima.
Il Punto della 34^Giornataultima modifica: 2010-04-22T23:24:34+02:00da vins0488
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Il Punto della 34^Giornata

  1. COMMENTO PRE PARTITA OGGI TORCINELLI:

    Contro i campioni in carica della Montagnella, ci sono poche parole da usare. Contano i fatti. Ci giochiamo una stagione in una partita. Perdere vuol dire ciao salvezza, pareggiare, più o meno pure. Vincere, è l’unica ancora a cui aggrapparsi. Ci siamo complicati la vita in una stagione in cui meritavamo di stare più in alto, ed ora ci ritroviamo davanti a un bivio dal finale thriller. Arriviamo in forma entrambi. Brattoli, con qualcosa in più. Stanno collezzionando prestazioni eccezzionali, Cassano e Miccoli sono in stra forma, ed hanno il centrocampo più forte di tutte le compagini quest’anno. Non dobbiamo avere paura però, non siamo inferiori a nessuno. Peccato non ci presentiamo con la formazione tipo, ke a mio avviso è quella scesa in campo con i Bulldogs. Balotelli, mi ha fatto penare, Maicon è in dubbio, Lucio causa turn-over non è sicuro di giocare, e non è convocato dal sottoscritto, rischieremmo di restare in dieci. Punto per la prima volta quest’anno sul mio pupillo Denis, speriamo mi faccia un bel regalo.Avevo detto ke sarebbe arrivato il suo momento, eccolo. Lui, con Matri e Barreto, sono tre giovani, ke mi sono entrati nel cuore. Vedremo come andrà.

Lascia un commento